MAESTRI PRESEPISTI IN CALTAGIRONE
Nella tradizione della scultura e della ceramica di Caltagirone si inseriscono con rara efficacia i fratelli Scarlatella, che operano ormai da tempo producendo opere di notevole pregio in una bottega artigiana già divenuta fucina di formazione e di maturazione artistica. Da circa 25 anni si dedicano anche all'arte presepiale con opere che eseguono nello stile tradizionale della scuola siciliana del '700 che a Caltagirone ebbe come insigne maestro il Vaccaro. I loro presepi, ambientati quasi sempre in una casa di campagna semi diruta inserita nel tipico paesaggio campestre siciliano, con personaggi d'epoca, sono modellati rigorosamente in terracotta, lasciata al naturale, senza colorazioni o aggiunta di altri materiali, siano tessuti, legni o sugherini nel pieno rispetto della tradizione della scuola di Caltagirone. Così la poesia della Natività viene esaltata oltre che dalla mano sapiente dell'artista che anima ambienti e personaggi in un moto armonico culminante a ridosso della Sacra Famiglia, anche dal colore bruno rossiccio della terracotta così simile a quello delle arse campagne siciliane, ricreando quell'atmosfera di naturale e soprannaturale che da sempre distingue il mistero della nascita del Dio Bambino. Due loro presepi, donati al S. Padre, sono esposti nei Musei Vaticani, altri figurano nei Musei di Lione e Merano, nel Museo della Natività di Betlemme, nel Museo Internazionale dell'Arte Presepiale di Dalmine  e nelle collezioni di privati in varie località degli Stati Uniti, della Germania e della Francia, sono quindi diversi gli estimatori ed i collezionisti nel mondo. Le opere vengono eseguite in varie dimensioni da 12 cm fino a 1,2 m.